RESIDE: SVILUPPO URBANO

Mum-Bay è un’espansione tridimensionale del tessuto urbano storico intorno al Worli Fort, che mescola democraticamente le comunità in circa 430 abitazioni sovrapposte, dando a ciascuna proprietà la propria identità.

Le aree pubbliche e commerciali che offrono scene di strada a scala umana sono disseminate lungo i canali e le strade principali, con occasionali vedute sul mare, mentre i cortili tra i blocchi sono lasciati come tranquilli giardini dove la luce solare naturale filtra attraverso la grande tettoia frammentata.

Galleggiando sulla superficie delle acque, il villaggio di media altezza segue il ciclo naturale delle maree che estende gli spazi pubblici nella baia di Mahim, mentre la vita e il tempo libero sull’acqua vengono ripristinati nel cuore della comunità.
Il tetto offre riparo a tutte le aree esterne, raccoglie l’acqua piovana e filtri e diffonde la forte luce solare, creando un microclima artificiale come se fosse un sottobosco.

Il grattacielo reinterpreta e integra il tessuto urbano storico con circa 430 moduli sovrapposti combinando 4 tipologie abitative tra 40 e 90 metri quadri, ognuna delle quali ospita da una a quattro camere da letto, cucina e una piccola sala di culto.
Una veranda modulare all’aperto consente di ospitare giardini, terrazze o capanni con spazi coperti per la riparazione delle reti.

LUOGO:
MUMBAI, India

ANNO:
2018

CLIENTE:
RESIDE: Mumbai mixed housing

SUPERFICIE:
130.000 mq

BUDGET:
nd

PROGETTO:
LPA

TEAM:
Arch. Luigi Pardo, Arch. PhD. Sandra Persiani, Arch. Francesca Galdangelo

FOTO:
Archivio LPA

WordPress Lightbox Plugin